Leaders, Team e Fitness Club eccellenti con l'Accountability

Un’azienda senza Accountability è come un circolo ricreativo dove ognuno fa quello che ha piacere di fare, quando vuole e senza sentirsi in dovere di rispondere del proprio operato a qualcuno. Sembrerebbe una situazione surreale se pensassimo ad un’azienda, ma è molto più frequente di quanto si possa immaginare e ciò mette in serio rischio la profittabilità se non la sopravvivenza dell’intera azienda. La stessa situazione la ritroviamo purtroppo anche in altri contesti: famiglia, amici, ecc. Sicuramente abbiamo tutti in mente qualcuno che ha mandato in malora la sua famiglia perché irresponsabile, inaffidabile e privo di Accountability.
L’Accountability è, quindi, un fattore chiave di successo nel business e nella vita.
Ma cos’è l’Accountability?

ACCOUNTABILITY
Il termine non trova un corrispondente nella lingua italiana ed esprime la capacità di portare a termine gli impegni presi con qualità e puntualità e di  rendicontare e rispondere sulle scelte, azioni e risultati relativi all’adempimento delle proprie responsabilità. La parola racchiude quindi i quattro concetti di responsabilità, rendicontazione, affidabilità e competenze.

TRE TIPI DI CEO ACCOUNTABILITY
In ogni azienda tutti coloro che svolgono la funzione di CEO/amministratore delegato sono “ritenuti accountable”: devono cioè render conto della qualità e dei risultati del loro operato verso 3 gruppi di  persone: un gruppo è situato in alto (consiglio amministratori, soci, proprietà e investitori), un gruppo lateralmente (collaboratori) e uno in basso (clienti). Ecco perché esistono 3 tipi di accountability:

1) ENFORCED ACCOUNTABILITY (forzata): è quella verso l’alto ed è denominata “forzata”perché e verso coloro che sono sopra al CEO e ai quali deve rispondere. Sono coloro che stabiliscono gli obiettivi da raggiungere per il CEO in termini di ricavi, profitti, crescita, adozione di nuove tecnologie, ecc.

2) EXPECTANT ACCOUNTABILITY (attesa): è quella verso i lati ed è chiamata “attesa” perché è verso i collaboratori, coloro che riportano al CEO e che hanno una serie di aspettative verso il leader. Loro si aspettano che il CEO abbia una vision per l’azienda e che esprimi una leadership eccellente. Si aspettano che il leader rispetti le promesse fatte, sia in termini di pagamento dei compensi che di raggiungimento degli obiettivi aziendali.

3) ELUSIVE ACCOUNTABILITY (sfuggente): è quella verso il basso, verso i clienti. Essa è  chiamata “sfuggente”  perché i clienti sono volubili, cambiano spesso esigenze ma valutano comunque costantemente se le promesse di vendita vengano mantenute e se le aspettative create vengano esaudite.

Nello svolgimento del ruolo di CEO si ha quindi il dovere di rendicontare sull’esercizio delle proprie responsabilità verso queste 3 diverse categorie di persone. Non ci si può sottrarre a queste accountability perché sono tutte imposte, “obbligatorie”. Un gran impegno per il CEO che deve saper produrre i risultati aziendali pianificati e soddisfare nel contempo le aspettative delle tre categorie.

PEER ACCOUNTABILITY
Esiste però una quarta dimensione dell’accountability che è totalmente volontaria, nel senso che il CEO può scegliere se accettarla o meno. Essa è l’EMPATHETHIC ACCOUNTABILITY (empatica). E’ l’accountability data ai Pari, ai colleghi ed è chiamata “empatica” perché solo i Pari sanno bene cosa vuol dire essere un CEO e quali sono le responsabilità e le preoccupazioni del ruolo.

Ma quando si verifica questa situazione in cui si può scegliere o meno di essere accountable verso dei colleghi visto che non necessariamente bisogna averci un rapporto costante? Si verifica quando si decide di entrare a far parte di una community di Pari.
Ma perché mai un CEO dovrebbe accogliere altre persone nella sua già troppo impegnata vita ed accollarsi l’ulteriore peso di una quarta accountability, se ha già il gravoso impegno di doverne gestire altre tre?

IL CASO REX
Un top CEO decide di accettare volontariamente la quarta Accountability perché all’interno di una community di Pari strutturata quale il REX, dove ci sono regole, obiettivi e scadenze, troverà dei colleghi che lo stimano e sanno bene quali sono le difficoltà di un CEO nell’esercizio delle altre tre Accountability. Essi si aspetteranno precisione, puntualità e rispetto degli impegni presi. Si aspetteranno un contributo pro-attivo nello svolgimento di quelli che sono i compiti principali dell’essere un membro REX, quali ad esempio: ricerca e condivisione di nuove idee, selezione-lancio-rendicontazione degli esperimenti, conoscenza di tutti i pari durante le fasi informali e con i Deep Meeting, sostegno a richieste specifiche, ecc.

IL VORTICE QUOTIDIANO
Ma svolgere tali compiti non sempre è facile perché, al pari dei propri collaboratori quando tentano di giustificarsi con alibi e scuse sul perché non hanno portato a termine un compito, anche per il CEO esiste il pericolo dell’essere risucchiati dalle emergenze del Vortice Quotidiano. Vortice Quotidiano che, in presenza di carenze nelle capacità di organizzazione, delega, prioritizzazione e focalizzazione, porta facilmente a distrarsi, a rimanere nella zona di comfort e quindi a procrastinare l’esecuzione di quei compiti che bisogna fare, ma che non piace fare.

CAMPO DI ALLENAMENTO DELL’ACCOUNTABILITY

I CEO vincenti, però, non si fanno problemi nell’accollarsi il piccolo impegno di questa quarta Accountability perché sanno che li aiuterà a divenire leader migliori. Non volendo fare brutta figura con dei Pari e volendo dimostrare quanto sono capaci, responsabili e affidabili in quanto leader, faranno di tutto per non deluderli, per mantenere gli impegni, per essere Accountable. Il REX diventerà quindi per loro uno stimolo al miglioramento: il campo di allenamento della loro “Accountability" verso gli altri 3 gruppi, gruppi composti da persone che si aspettano responsabilità e rendiconti affidabili e puntuali.

REX diviene così un vero e proprio laboratorio per la crescita personale e professionale. Il posto ideale dove provare e dove sentirsi al sicuro nel fallire perché nessuno è li per giudicare. Meglio fallire qui di fronte a degli amici che di fronte ai collaboratori, clienti o al consiglio di amministrazione.

DURO AMORE PER RAGGIUNGERE L’ECCELLENZA
Il principale punto di forza del REX è che tutti diventano amici. Il principale punto di debolezza del REX, invece, è che tutti diventano amici. L’amicizia è un fattore importante per il successo di un team REX: essa permette la nascita di quella FIDUCIA che porta alla condivisione di idee di qualità e alla voglia di aiutarsi reciprocamente in un clima collaborativo.

Ma, allo stesso tempo, l’amicizia potrebbe essere un ostacolo perché in genere gli amici non amano chiedere conto delle responsabilità assunte ai propri amici. Se ci si aggiunge anche il fatto che le persone in generale non amano le regole, diviene evidente come sia fondamentale nel REX, se si vuole migliorare la competenza dell’Accountability, la responsabilizzazione reciproca al rispetto delle regole e procedure. Un gruppo senza regole è solo un gruppo di amici al bar, un social club. E’ come una partita di calcio senza regole, dove non si sa cosa si deve fare per vincere e nessuno si sente in dovere di render conto a qualcun altro.

Ma dato che REX è una business community in cui è si importante divenire buoni amici dei propri pari ma è anche importante responsabilizzarli, pretendendo il rispetto degli impegni presi nel momento in cui hanno deciso di far parte del REX. Ciò al fine di aiutarli a migliorare come leader, nel loro business e nella loro vita privata.
Di fronte ad un collega inadempiente un vero leader non si lamenta con altri, ma si reca dal collega facendogli notare che è necessario un cambiamento nel suo atteggiamento o nelle sue azioni. E si offre chiedendogli: “come posso aiutarti a…”. Ignorare o criticare gli errori dei pari senza supportarli è puramente distruttivo.

REX diviene così uno dei pochi posti in cui i CEO possono recarsi per chiedere e ottenere sostegno, che si presenta come un amore incondizionato, non ipocrita, senza secondi fini. Ciò perché nel REX si lavora con uno scopo comune: il successo di ogni singolo membro.

Questo è il DURO AMORE della vera amicizia, di chi vuole veramente bene ai suoi Pari. Uno strumento del REX che dà l’opportunità di offrire e ricevere Duro Amore in modo rapido ed efficace è la Hot Chair, quando dopo il Club Inspection ad un membro REX ognuno elenca i margini di miglioramento del Business e della persona.

TEAM PERFORMANTI e CULTURA DELL’ACCOUNTABILITY
Questa responsabilizzazione reciproca non è importante solamente in un team di leader, ma in un qualsiasi altro team aziendale e soprattutto in quello che il CEO guida giornalmente. Ogni membro di un team dovrebbe sviluppare l’Accountability. Quando ciò accade si riesce a superare quello che Patrick Lencioni definisce essere la quinta ed ultima disfunzione di un team: la mancanza di responsabilità verso i risultati. Siamo tutti nella stessa barca, ed essere tutti responsabili verso gli obiettivi ci porta alla vittoria. Ecco l’importanza di sviluppare una duratura Cultura dell’Accountability.

DUE MODI PER AIUTARE GLI ALTRI AD ESSERE ACCOUNTABLE
Come leader, spesso non siamo bravi a responsabilizzare gli altri a mantenerli “Accountable”, perché usiamo il processo di responsabilizzazione e rendicontazione come un bastone, per criticare o peggio punire il comportamento altrui e scaricare le proprie emozioni e sentimenti negativi.

Ecco tre modi per sviluppare la propria Accountability e aiutare gli altri a sviluppare la loro Accountability:

1) DWYSYWD (Do What You Say You Will Do): fai quello che dici che farai. Quando hai il privilegio di far parte di un team veramente permeato dall’accountability, non è il gruppo od il team leader che ti dice quello che dovresti fare, sei tu che dichiari pubblicamente ciò che hai pianificato di fare. Nel fare ciò non solo avrai la completa padronanza delle soluzioni, ma sarai anche “forzato” ad essere una persona affidabile perché i tuoi pari si aspetteranno che farai ciò che hai detto di voler fare. Quando si raggiunge questo livello di Peer Accountability si sprigiona il Peer Advantage, il beneficio di avere un team di Pari. Insegna e ricorda quindi a tutti i tuoi pari e collaboratori che in riunione non sei tu o il gruppo a dirgli cosa devono fare. Sono loro che dichiarano quello che faranno.

Ecco perché nel metodo REX esistono due fasi molto importanti per allenare l’accountability:
- Final Debriefing: ognuno dichiara pubblicamente davanti ai Pari i due Esperimenti che ha selezionato per l’Execution nel successivo Inter-Gathering Cycle.
Up-Date: ognuno aggiorna i Pari sullo stato di avanzamento e monetizzazione dei due Esperimenti lanciati nel precedente Inter-Gathering Cycle.

2) EXECUTIVE GAMEFICATION: CIO’ CHE VIENE MISURATO VIENE FATTO. CIO’ CHE VIENE PREMIATO VIENE FATTO MEGLIO. La misurazione delle azioni su una Scoreboard (lavagna segnapunti) è un utile strumento per aiutare a svolgere i compiti chiave, tenere traccia dei progressi e prendere decisioni migliori. Ecco perché vengono misurate le idee elencate, quelle condivise, quelle sperimentate, la monetizzazione delle idee, ecc.
L’assegnazione di un valore a queste misurazioni attraverso il sistema del Traffic Lights offre l’opportunità di identificare e migliorare le aree deboli e di celebrare il raggiungimento degli obiettivi. In un Team di Supporto al Successo quale il REX, il gruppo non abbandonerà mai il membro nel suo percorso di superamento dei suoi limiti finché il compito assegnato non verrà portato a termine. Una volta concluso il compito, essi festeggeranno insieme, perché sono tutti dalla stessa parte: dalla parte di chi ne ha, in quel momento, più bisogno. Perché nessuno è sempre al suo 100% e ci possono essere situazioni personali o familiari che limitano le prestazioni di un collega per un periodo. Un buon amico si avvicina per aiutare.

SII ACCOUNTABLE
Alla fine dei conti, non è possibile forzare nessuno ad essere Accountable. Solo tu puoi decidere se esserlo o meno. La responsabilità, quindi, di sviluppare la tua personale Accountability ed ispirare i tuoi Pari e i tuoi collaboratori a sviluppare la loro, spetta solo a te.

Anche se una selezione accurata dei membri, un ambiente sicuro e confidenziale, un metodo altamente strutturato che facilita interazioni di valore ed un facilitatore professionista sono i quattro pilastri fondamentali per creare un team REX di grande successo, è solo quando si diffonde una cultura dell’Accountability che si sprigiona definitivamente il REX PEER ADVANTAGE. Il Vantaggio dei Pari accelera la tua crescita personale e professionale e ti prepara egregiamente ed in anticipo rispetto ai competitor a quelle che sono le opportunità e le sfide del futuro.

 

Per iscriversi e avere informazioni su costi e modalità
contattare Fausto Di Giulio: +39 392 1436040
fausto.digiulio@rexcommunity.com